MENU

Corte Becelli mostra IntramurA Emanuela Vigna Rivoli Veronese

Ebbene si, è arrivato anche per me il momento della mia prima mostra fotografica !!!

Chi mi conosce da tempo starà immaginando una mostra con scatti live dei migliori concerti fotografati negli ultimi anni.
E invece no!

Amo le sfide, e questa è stata, per me, davvero notevole.

Nella tarda primavera di quest’anno sono stata contattata per la realizzazione, assieme ad altri quattro fotografi, di una mostra fotografica intitolata IntramurA, nella quale, attraverso pochi scatti, avrei dovuto svelare e interpretare ciò che recinti murari di diversa natura impediscono di vedere o permettono solo di intravedere.
Ad ogni fotografo è stato assegnato un luogo che va dalla piana delle zona di Caprino Veronese, all’anfiteatro morenico di Rivoli fino alle pendici del Monte Baldo, tutto nella provincia di Verona.
A me, nello specifico, è stata assegnata Corte Becelli, nella campagna di Rivoli Veronese.

Durante il primo sopralluogo ho conosciuto l’anziana coppia che ancora abita una parte della casa e, coadiuvata da Luca, architetto nonché uno degli organizzatori della mostra, sono tornata a casa con la testa piena di nozioni architettoniche che, ammetto la mia ignoranza, davvero mi mancavano.

Dopo una quindicina di giorni sono tornata con la mia macchina fotografica e le immagini della corte sono passate dalla mia testa, ai miei occhi, alla scheda di memoria della mia reflex. Con me c’era Paolo, un videomaker che ha ripreso il dietro le quinte della sessione fotografica e che monterà un video che verrà proiettato durante la mostra.

Corte Becelli mostra IntramurA Emanuela Vigna Rivoli Veronese Corte Becelli mostra IntramurA Emanuela Vigna Rivoli Veronese

La post-produzione è stata lunga e faticosa, ho ricevuto il preziosissimo supporto di un caro amico, ma alla fine le cinque foto che verranno esposte hanno preso corpo e sono pronte per essere viste!!!

Corte Becelli mostra IntramurA Emanuela Vigna Rivoli Veronese

Il lavoro ha un titolo: PRESENZE – ASSENZE ed ogni foto, essendo io una grande appassionata di musica, l’ho attribuita ad un brano che, in qualche modo, mi ricordava quello che i miei occhi avevano visto.

Si apre con “Nebraska”di Bruce Springsteen, omaggio non solo al brano ma all’intero album del Boss, ricco di malinconia, di intimismo, con musiche che richiamano, nel mio immaginario, luoghi solitari, desolati e abbandonati.
Si chiude con “Redemption Song” di Bob Marley, una canzone che parla di libertà, tema a me molto caro.
Nel mezzo Fred Penner, Afterhours e Depeche Mode.

Le foto di questo post fanno parte della sessione fotografica a Corte Becelli ma, per ovvie ragioni, non sono le foto che verranno esposte.

Per vedere le mie foto (e quelle dei miei colleghi) vi aspetto a Palazzo Zuccalmaglio di Caprino Veronese (VR) dal 17 al 31 ottobre.

SHARE
COMMENTS

error: © Emanuela Vigna - all rights reserved